top of page

I Vini dell'Umbria

Aggiornamento: 21 giu


La regione dell'Umbria non è così conosciuta come la Toscana, e i vini umbri soffrono anche di una mancanza di riconoscimento. Tuttavia, la verità è che qui, nel cuore dell'Italia, diversi eccellenti vini attendono di essere scoperti. Se stai cercando qualcosa di nuovo e interessante, puoi esplorare i vini umbri di alta qualità che ti aspettano per dare loro una possibilità.


Uve in Umbria
Uve in Umbria - Foto: Unsplash

L'Umbria è uno dei centri agricoli più importanti d'Italia, famosa per prodotti di alta qualità come fagioli, lenticchie, olio d'oliva, cereali, pasta, tartufi, carne e formaggi. Anche i vini umbri vantano un'eccezionale qualità, come il Castello della Sala, eletto "Miglior Vino Bianco d'Italia" qualche anno fa.


La tradizione vitivinicola in Umbria ha una storia ricca e antica. Gli Etruschi coltivavano viti e producevano vino qui 2500 anni fa, seguiti dai Romani. Durante il Medioevo, le vigne prosperarono sulle colline, e nel XVI secolo, Papa Paolo III dichiarò che i vini dell'Umbria erano "perfetti sia per l'estate che per l'inverno". Negli ultimi anni, il turismo enologico in Umbria è in forte crescita, attirando sempre più turisti italiani e stranieri alla ricerca dei vini tradizionali della regione. Oltre ai vini "più vecchi", si possono trovare nuovi e interessanti vini sviluppati con vigore da viticoltori locali e avventurosi.


I Vini Più Famosi dell'Umbria

In generale, i vini italiani più conosciuti sono classificati come DOCG o DOC, indicando che sono prodotti in specifiche regioni geografiche e soggetti a leggi rigorose. Queste leggi garantiscono che i vini che portano il nome di un marchio protetto rispettino criteri chiari e pubblicamente noti. Le leggi DOC e DOCG definiscono, tra le altre cose, le varietà di uve consentite e le loro percentuali, i metodi di irrigazione, il tempo minimo di invecchiamento e altro.


L'Umbria vanta due vini DOCG: Torgiano Riserva DOCG e Montefalco Sagrantino DOCG. Inoltre, ci sono altri tredici vini classificati come DOC, tra cui Todi DOC, Colli Martani DOC, Orvieto DOC, Montefalco DOC, e altri.



Montefalco Rosso DOC- 2021

 

Il Montefalco Rosso DOC della cantina Moretti è un vino rosso biologico dal corpo pieno che incarna l'essenza della resilienza del territorio.


Compra Montefalco Rosso



Le Uve Più Comuni in Umbria

Sia vini bianchi che rossi sono prodotti in Umbria. L'uva bianca più famosa della regione è il Grechetto, base di innumerevoli vini. L'uva rossa più famosa è il Sagrantino. Sebbene l'Umbria non vanti tante varietà di uva e tipi di vino come altre regioni italiane, qui puoi comunque scoprire interessanti e ottime sorprese a buon prezzo.


Torgiano Rosso Riserva DOCG

Il Torgiano è uno dei vini di punta dell'Umbria ed è un favorito nei ristoranti. Questo potente vino è prodotto non lontano da Perugia, vicino alla città di Torgiano. È fatto principalmente con uve Sangiovese (almeno il 70%) mescolate con altre uve, sia comuni come il Canaiolo, sia varietà internazionali. Il Torgiano non è certamente un vino leggero da pranzo; è grande, corposo e si abbina bene ai piatti di carne. Il processo di produzione richiede ai produttori di rilasciare il vino sul mercato solo dopo un invecchiamento di 36 mesi, di cui sei in bottiglia.

Una versione più semplice di questo vino è disponibile: il Torgiano DOC. Questa categoria include sia vini bianchi (Torgiano DOC Bianco) che vini rossi (Torgiano DOC Rosso), con una versione spumante disponibile.


Dove posso trovare un eccellente Torgiano Rosso Riserva DOCG?

Puoi provare la cantina Tenuta di Torgiano del gruppo Lungarotti, uno dei più grandi e importanti produttori di vino dell'Umbria.


Montefalco Sagrantino DOCG

Il Sagrantino è prodotto nell'antica città di Montefalco, fondata dai Romani e sviluppata nel Medioevo. Il nome della città fu dato dall'Imperatore Federico II, a causa della sua posizione vicino alla cima della montagna (monte in italiano) e ai numerosi falchi (falco) nel cielo. Ogni anno qui si svolge un festival del vino di successo, che attira grandi folle.


Il Montefalco Sagrantino è fatto al 100% con uve Sagrantino coltivate nell'area designata. I Frati Francescani probabilmente portarono le uve Sagrantino in Umbria, sebbene alcuni ricercatori affermino che questo tipo di uva fu introdotto nella regione dai monaci bizantini. In ogni caso, il vino prodotto da queste uve veniva solitamente utilizzato nelle cerimonie religiose.

Dopo anni di trascuratezza, il Montefalco Sagrantino ha vissuto una piccola rinascita negli anni '90, grazie a diversi appassionati di vino che lo riscoprirono e iniziarono a commercializzarlo a livello internazionale. Oggi è uno dei vini più rinomati dell'Umbria.


È un vino grande, corposo e intenso, principalmente a causa del fatto che le uve Sagrantino contengono grandi quantità di tannini. Una parte importante della produzione del vino è dedicata alla raffinazione e all'ammorbidimento di questi tannini. Per legge, il vino deve essere invecchiato per almeno 30 mesi (con 12 mesi trascorsi in barriques di legno). Il vino deve poi "riposare" in bottiglia per altri quattro mesi.


Con il suo sapore vellutato e aromi di frutta nera, cuoio e vaniglia, il Montefalco Sagrantino si abbina bene ai piatti di carne locali, dalle carni grigliate alla pasta con ricca salsa bolognese.

Un'altra variazione di questo vino è il Sagrantino Passito. In questo caso, le uve vengono pre-essiccate e il risultato è un ricco vino da dessert caratterizzato da un gusto dominante di frutta rossa.


Dove posso degustare un eccellente vino di Montefalco?

Puoi provare i vini dell'Azienda Agraria Moretti Omero. Per dettagli sulla cantina, clicca qui. Puoi anche acquistare i loro vini premiati nel nostro negozio.


Orvieto Classico DOC e Orvieto DOC

Questo è uno dei vini bianchi di più alta qualità in Umbria ed è probabilmente il più conosciuto. Il suo nome si riferisce alla città di Orvieto in Umbria, ma è prodotto anche nell'area della città di Viterbo, situata nella parte settentrionale della regione Lazio.

Come molti vini etruschi, le radici di questo vino sono particolarmente antiche. Gli antichi Etruschi furono i primi a piantare viti qui, usando le grotte che scavavano nel tufo per produrre e conservare i loro vini.


Il vino di Orvieto era noto per essere molto apprezzato sia dai governanti che dai clero e veniva inviato a sud per il commercio a Roma. La leggenda narra che Papa Gregorio XVI chiese che il suo corpo fosse lavato in questo vino prima della sepoltura.

Oggi, i vini Orvieto Classico, prodotti nel loro luogo storico, sono disponibili in e intorno alla città di Orvieto. I vini Orvieto DOC sono distribuiti in tutta la regione, oltre i confini della città. Il vino Orvieto è fatto con uve Grechetto e Trebbiano Toscano (conosciuto anche come Procanico in questa regione).


Il blend di queste due varietà di uve è vincente, e il risultato sono vini equilibrati e rotondi, con l'aroma di fiori e pesche mature, e una meravigliosa mineralità. I vini prodotti in aree vulcaniche sono caratterizzati principalmente da tale mineralità. È interessante notare che ci sono due tipi di uve Grechetto: Grechetto di Orvieto e Grechetto di Todi. Entrambi sono usati per produrre il vino di Orvieto, ma c'è una notevole differenza nel gusto.


Oltre al vino bianco classico (Orvieto Classico), in questa regione si può trovare anche un vino da dessert chiamato Orvieto DOC Muffa Nobile. È prodotto principalmente nella regione vicina del Lazio, non lontano dal Lago di Bolsena. Le viti in questa zona beneficiano tre volte: dalla struttura del terreno, dalla brezza umida e dalla notevole differenza di temperatura tra notte e giorno. La parola muffa significa muffa, ma la muffa non è sempre un pericolo per il vino. In questo caso, la muffa è una benedizione perché l'attacco del fungo Botrytis cinerea crea una "muffa nobile", che aumenta significativamente la concentrazione di zuccheri nelle uve. Grazie a questo processo, i vini da dessert diventano ricchi e complessi sia nel gusto che nell'aroma.


Dove posso degustare l'Orvieto Classico DOC?

La cantina Decugnano dei Barbi è una bellissima cantina storica vicino a Orvieto, nota per offrire diversi vini di alta qualità, tra cui una versione particolarmente deliziosa dell'Orvieto Classico DOC.


Todi DOC

Il vino di Todi è quasi sconosciuto fuori dall'Umbria. Tuttavia, se capita di visitare la bellissima e antica città di Todi, è altamente raccomandato provare il vino locale. Come la stragrande maggioranza dei vini bianchi dell'area, il vino di Todi è prodotto con uve Grechetto. È interessante confrontare il vino di Todi con il suo "cugino" di Orvieto. Questo è un vino bianco equilibrato, floreale e corposo.


Dove posso degustare un eccellente vino Todi DOC?

Prova i vini della cantina Peppucci.


Castello Della Sala

Castello della Sala non è un tipo di vino ma piuttosto una cantina importante, una delle diverse possedute dalla famosa famiglia Antinori. La cantina si estende su 200 ettari e al suo cuore c'è un'antica fortezza risalente al XIV secolo. La maggior parte delle viti piantate qui sono bianche – locali (Grechetto) e internazionali (Chardonnay, Sauvignon Blanc) – e anche un tipo leggermente sorprendente: Pinot Nero. Secondo i viticoltori della tenuta, prospera eccezionalmente bene qui.

Il vino più famoso prodotto qui è il Cervaro della Sala, il vino di punta della cantina. È fatto con uve Chardonnay e Grechetto e subisce fermentazione malolattica e invecchiamento in barriques.


Questo vino ha vinto il primo posto nella lista dei "Top 100 Vini Bianchi Italiani per l'Estate" del noto critico di vini James Suckling.

È altamente raccomandato degustare il Cervaro della Sala se visiti l'area. E mentre sei lì, se cerchi un vino da dessert di alta qualità, dovresti provare il vino Muffato della Sala prodotto qui. È di colore dorato e pieno degli aromi di frutta secca e zafferano, rendendolo assolutamente fantastico.


Colli del Trasimeno DOC

Un altro vino meno conosciuto, che è in realtà una categoria di vini, è il Colli### Le Uve Più Comuni in Umbria

Sia vini bianchi che rossi sono prodotti in Umbria. L'uva bianca più famosa della regione è il Grechetto, base di innumerevoli vini. L'uva rossa più famosa è il Sagrantino. Sebbene l'Umbria non vanti tante varietà di uva e tipi di vino come altre regioni italiane, qui puoi comunque scoprire interessanti e ottime sorprese a buon prezzo.


Torgiano Rosso Riserva DOCG

Il Torgiano è uno dei vini di punta dell'Umbria ed è un favorito nei ristoranti. Questo potente vino è prodotto non lontano da Perugia, vicino alla città di Torgiano. È fatto principalmente con uve Sangiovese (almeno il 70%) mescolate con altre uve, sia comuni come il Canaiolo, sia varietà internazionali. Il Torgiano non è certamente un vino leggero da pranzo; è grande, corposo e si abbina bene ai piatti di carne. Il processo di produzione richiede ai produttori di rilasciare il vino sul mercato solo dopo un invecchiamento di 36 mesi, di cui sei in bottiglia.

Una versione più semplice di questo vino è disponibile: il Torgiano DOC. Questa categoria include sia vini bianchi (Torgiano DOC Bianco) che vini rossi (Torgiano DOC Rosso), con una versione spumante disponibile.


Dove posso trovare un eccellente Torgiano Rosso Riserva DOCG?

Puoi provare la cantina Tenuta di Torgiano del gruppo Lungarotti, uno dei più grandi e importanti produttori di vino dell'Umbria.


Montefalco Sagrantino DOCG

Il Sagrantino è prodotto nella antica città di Montefalco, fondata dai Romani e sviluppata nel Medioevo. Il nome della città fu dato dall'Imperatore Federico II, a causa della sua posizione vicino alla cima della montagna (monte in italiano) e ai numerosi falchi (falco) nel cielo. Ogni anno qui si svolge un festival del vino di successo, che attira grandi folle.

Il Montefalco Sagrantino è fatto al 100% con uve Sagrantino coltivate nell'area designata. I Frati Francescani probabilmente portarono le uve Sagrantino in Umbria, sebbene alcuni ricercatori affermino che questo tipo di uva fu introdotto nella regione dai monaci bizantini. In ogni caso, il vino prodotto da queste uve veniva solitamente utilizzato nelle cerimonie religiose.

Dopo anni di trascuratezza, il Montefalco Sagrantino ha vissuto una piccola rinascita negli anni '90, grazie a diversi appassionati di vino che lo riscoprirono e iniziarono a commercializzarlo a livello internazionale. Oggi è uno dei vini più rinomati dell'Umbria.


È un vino grande, corposo e intenso, principalmente a causa del fatto che le uve Sagrantino contengono grandi quantità di tannini. Una parte importante della produzione del vino è dedicata alla raffinazione e all'ammorbidimento di questi tannini. Per legge, il vino deve essere invecchiato per almeno 30 mesi (con 12 mesi trascorsi in barriques di legno). Il vino deve poi "riposare" in bottiglia per altri quattro mesi.

Con il suo sapore vellutato e aromi di frutta nera, cuoio e vaniglia, il Montefalco Sagrantino si abbina bene ai piatti di carne locali, dalle carni grigliate alla pasta con ricca salsa bolognese.

Un'altra variazione di questo vino è il Sagrantino Passito. In questo caso, le uve vengono pre-essiccate e il risultato è un ricco vino da dessert caratterizzato da un gusto dominante di frutta rossa.


Dove posso degustare un eccellente vino di Montefalco?

Puoi provare i vini dell'Azienda Agraria Moretti Omero. Per dettagli sulla cantina, clicca qui. Puoi anche acquistare i loro vini premiati nel nostro negozio.


Orvieto Classico DOC e Orvieto DOC

Questo è uno dei vini bianchi di più alta qualità in Umbria ed è probabilmente il più conosciuto. Il suo nome si riferisce alla città di Orvieto in Umbria, ma è prodotto anche nell'area della città di Viterbo, situata nella parte settentrionale della regione Lazio.


Come molti dei vini etruschi, le radici di questo vino sono particolarmente antiche. Gli antichi Etruschi furono i primi a piantare viti qui, usando le grotte che scavavano nel tufo per produrre e conservare i loro vini.


Il vino di Orvieto era noto per essere molto apprezzato sia dai governanti che dai clero e veniva inviato a sud per il commercio a Roma. La leggenda narra che Papa Gregorio XVI chiese che il suo corpo fosse lavato in questo vino prima della sepoltura.


Oggi, i vini Orvieto Classico, prodotti nel loro luogo storico, sono disponibili in e intorno alla città di Orvieto. I vini Orvieto DOC sono distribuiti in tutta la regione, oltre i confini della città. Il vino Orvieto è fatto con uve Grechetto e Trebbiano Toscano (conosciuto anche come Procanico in questa regione).

Il blend di queste due varietà di uve è vincente, e il risultato sono vini equilibrati e rotondi, con l'aroma di fiori e pesche mature, e una meravigliosa mineralità. I vini prodotti in aree vulcaniche sono caratterizzati principalmente da tale mineralità. È interessante notare che ci sono due tipi di uve Grechetto: Grechetto di Orvieto e Grechetto di Todi. Entrambi sono usati per produrre il vino di Orvieto, ma c'è una notevole differenza nel gusto.


Oltre al vino bianco classico (Orvieto Classico), in questa regione si può trovare anche un vino da dessert chiamato Orvieto DOC Muffa Nobile. È prodotto principalmente nella regione vicina del Lazio, non lontano dal Lago di Bolsena. Le viti in questa zona beneficiano tre volte: dalla struttura del terreno, dalla brezza umida e dalla notevole differenza di temperatura tra notte e giorno. La parola muffa significa muffa, ma la muffa non è sempre un pericolo per il vino. In questo caso, la muffa è una benedizione perché l'attacco del fungo Botrytis cinerea crea una "muffa nobile", che aumenta significativamente la concentrazione di zuccheri nelle uve. Grazie a questo processo, i vini da dessert diventano ricchi e complessi sia nel gusto che nell'aroma.


Dove posso degustare l'Orvieto Classico DOC?


La cantina Decugnano dei Barbi è una bellissima cantina storica vicino a Orvieto, nota per offrire diversi vini di alta qualità, tra cui una versione particolarmente deliziosa dell'Orvieto Classico DOC.


Todi DOC

Il vino di Todi è quasi sconosciuto fuori dall'Umbria. Tuttavia, se capita di visitare la bellissima e antica città di Todi, è altamente raccomandato provare il vino locale. Come la stragrande maggioranza dei vini bianchi dell'area, il vino di Todi è prodotto con uve Grechetto. È interessante confrontare il vino di Todi con il suo "cugino" di Orvieto. Questo è un vino bianco equilibrato, floreale e corposo.


Dove posso degustare un eccellente vino Todi DOC?

Prova i vini della cantina Peppucci.


Castello Della Sala

Castello della Sala non è un tipo di vino ma piuttosto una cantina importante, una delle diverse possedute dalla famosa famiglia Antinori. La cantina si estende su 200 ettari e al suo cuore c'è un'antica fortezza risalente al XIV secolo. La maggior parte delle viti piantate qui sono bianche – locali (Grechetto) e internazionali (Chardonnay, Sauvignon Blanc) – e anche un tipo leggermente sorprendente: Pinot Nero. Secondo i viticoltori della tenuta, prospera eccezionalmente bene qui.


Il vino più famoso prodotto qui è il Cervaro della Sala, il vino di punta della cantina. È fatto con uve Chardonnay e Grechetto e subisce fermentazione malolattica e invecchiamento in barriques.


Questo vino ha vinto il primo posto nella lista dei "Top 100 Vini Bianchi Italiani per l'Estate" del noto critico di vini James Suckling.


È altamente raccomandato degustare il Cervaro della Sala se visiti l'area. E mentre sei lì, se cerchi un vino da dessert di alta qualità, dovresti provare il vino Muffato della Sala prodotto qui. È di colore dorato e pieno degli aromi di frutta secca e zafferano, rendendolo assolutamente fantastico.


Colli del Trasimeno DOC

Un altro vino meno conosciuto, che è in realtà una categoria di vini, è il Colli del Trasimeno. I vini rossi e bianchi in questa categoria, conosciuti anche semplicemente come Trasimeno DOC, sono prodotti da viti coltivate sulle ripide colline intorno al Lago Trasimeno. Le condizioni meteorologiche favorevoli permettono alle cantine locali di produrre vini particolarmente gradevoli. I vini rossi sono fatti con uve Sangiovese e Gamay, mentre i vini bianchi sono fatti con uve Grechetto.


Dove posso degustare vini Trasimeno DOC di alta qualità?

Prova la deliziosa cantina di Pucciarella.


Vini 100% Grechetto

Ci sono diversi vini in Umbria fatti esclusivamente con uve Grechetto, ed è spesso una buona idea assaggiarli. Ad esempio, prova il Montefalco Grechetto DOC, prodotto nell'area di Montefalco.


Grechetto Umbria - 2022

 

Il Grechetto di Omero Moretti è un vino bianco giovane proveniente da viti ventennali dell'Umbria. Prodotto con metodi di agricoltura biologica.



Spero che questa breve lista ti abbia incuriosito a provare qualcosa di nuovo. Questi vini umbri potrebbero non essere considerati particolarmente sofisticati o lussuosi in Italia, ma sono senza dubbio gustosi, divertenti e molto più interessanti e complessi di quanto la maggior parte dei visitatori immagini. Offrono anche un ottimo rapporto qualità-prezzo. Salute!




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


-

Vini

-

Abbinamenti

-

Uva

-

Regioni

-

Olio d'oliva

-

Unisciti a noi